Tutto quel che c’è da sapere su Garanzia giovani

Garanzia-giovani-unimpresa-per-il-tuo-futuroIl Ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ci riprova. E in conferenza stampa rilancia il programma Garanzia Giovani, finanziato per un miliardo e mezzo da fondi europei e pensato per favorire l’accesso dei giovani al mondo del lavoro.

Rivolto agli under30, il piano europeo prevede che i nostri Centri per l’impiego offrano all’iscritto una concreata opportunità di lavoro entro 4 mesi dall’inizio del percorso. Proprio in questi giorni parte la Fase 2 di Garanzia Giovani, che mira a velocizzare le assunzioni e impiegare i cosiddetti Neet, ragazzi che né studiano né lavorano (un milione e 723 mila in Italia).

In numeri: Al 10 dicembre si sono registrati oltre 340mila giovani (per il 51% uomini e per il 49% donne) e 113mila ragazzi sono stati “presi in carico” dai centri per l’impiego .In termini di titolo di studio, i giovani registrati sono così suddivisi: il 19% ha conseguito una laurea, il 57% risulta essere diplomato e il rimanente 24% ha un titolo di studio di terza media o inferiore.La provenienza geografica mostra che la maggior parte degli iscritti risiede in Campania, in Sicilia e nel Lazio.

I risultati: Tra le regioni che si sono maggiormente distinte in positivo si segnala la Lombardia, dove i dati dimostrano che il 60% dei giovani presi in carico lavora. Sono  5.120 i ragazzi inseriti nel mercato del lavoro, più di 2.000 hanno un contratto a tempo determinato, quasi 600 in apprendistato, oltre 200 a tempo indeterminato e 2.000 sono le attivazioni di tirocini. Non sorprende considerando che il 72,7%  delle occasioni di lavoro è concentrata al Nord, il 13,4% al Centro e il 13,8% al Sud mentre l’estero rappresenta lo 0,1%.

Le pecche: Ci sono regioni come Lombardia, Veneto, Piemonte, Lazio, Campania, Puglia, Toscana, Sardegna che stanno attuando in fretta Garanzia giovani, e altre come Molise, Calabria, Sicilia che vanno a rilento. La profilazione è poi discriminante: l’attuale modalità di calcolo (su titoli di studio,curriculum ed esperienze) colloca il 95% dei giovani in fascia bassa o media, ovvero più autonomi e meno bisognosi di aiuto da parte della  Regione. Per loro, quindi, nel caso di assunzioni a tempo determinato, non scattano i bonus concessi ai ragazzi in fascia alta e molto alta.

D.F.C

Annunci

2 pensieri su “Tutto quel che c’è da sapere su Garanzia giovani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...